Riflessi

di Alessandra Cardone

Dove tutto appare perfetto, l’anomalia è qualcosa da nascondere.

Matteo ha tutte le fortune: è giovane, carino, intelligente, ricco e talentuoso, ama la danza e studia per diventare ballerino contemporaneo. Eppure è timido, introverso e sfuggente, spesso scontroso verso gli altri.

Il suo problema è una deformazione fisica alla mano sinistra probabilmente causata dai medicinali che la madre, ballerina classica, prendeva durante i primi mesi di gravidanza. Una madre amorevole che per proteggerlo da tutto e da tutti, ma anche tentando di mascherare il proprio senso di colpa, lo aveva sempre coperto, proprio nel senso letterale del termine. Un difetto importante su un ragazzo bello, che sembra che di difetti non ne abbia, diventa intollerabile, soprattutto a lui stesso. Per questo Matteo continua a nascondere il suo problema a chiunque con la maestria di un illusionista, schivando gli sguardi delle persone, anche dopo la precoce morte dell’adorata madre. E nonostante s’innamori di un ragazzo, Claude, che lo contraccambia totalmente, fa in modo di farsi lasciare, proprio per paura della delusione che lui avrebbe provato una volta scoperto il suo segreto. Quando incontra la famosa ballerina Lila Stark, Matteo resta folgorato, affascinato, rapito: non solo Lila è brava e carismatica, ma è anche bella e seducente, la perfezione incarnata. Per questo con volontà e determinazione riesce addirittura a fare sì che Lila lo prepari per  un’importante audizione all’Accademia di Danza di Lione. Tuttavia Lila non è perfetta. Anche lei ha un problema fisico che nasconde a tutti. Per Lila la danza è un modo per sopravvivere, con il timore di dover presto abbandonare; per Matteo è una passione bruciante che può ricongiungerlo a sua madre.

Come riflessi l’uno nell’altra, sia Matteo sia Lila riusciranno non solo ad aiutarsi a vicenda, ma anche a cambiare, a maturare, a comprendere meglio la vita, fino a superare i loro stessi limiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.